Expo

 

 

Galleria Rossocinabro –Roma- 2014  (www.rossocinabro.com)

 

Galerie Thuillier- Parigi- 2014 (www.galeriethuillier.com)

 

 

 

Istituto italiano di cultura –Vienna- 2014 (www.iicvienna.esteri.it)

 

 

ArtItaly al DomagkAtelier-Monaco di Baviera- 2014 (http://centoproduzioni.altervista.org)

 

 

 

ExpoBologna 2015 galleria wikiarte -Bologna-2015 ( http://www.wikiarte.com )

 

Crisolart Galleries - Barcellona  - 2015 ( www.crisolart.com )

 

Simultanea Spazi d'arte - Firenze - 2015 (http://simultaneaspazidarte.blogspot.it)

 

Royal Opera Arcade (Roa) Gallery - Londra - 2015 (http://www.roa-galleria.com)

 

Milano Expo 2015 International Contemporary Art a cura  di Giorgio Grasso - Istituto nazionale di cultura presso :  centrale idroelettrica di Trezzo d’Adda (BG) (http://international-contemporary-art.eu)

 

Icon I Ican - Spazio Macsi - Roma - 2015 (www.spaziomacsi.it)

 

Fiera arte mercato "L'isola che c'e' " -  15-18 Ottobre a Villa Castel Nuovo di Palermo (http://www.isolafestival.com)

 

Premio Internazionale della Cultura Effetto Arte a cura di Vittorio Sgarbi - 8 Novembre 2015 Teatro Politeama di Palermo. 

 

Premio mantov'art star 2015 - Galleria Arte Arte - Mantova - 5/23 Dicembre 2015

 

Centro Culturale Tecla - Napoli - Dicembre 2015

 

Egos, Spazi del Bramante - Roma - 14/20 Marzo 2016

Testo critico di Furio Donato do Nascimento:

 

Matteo Mancini nasce ad Albano laziale nel 1984.
L’agone artistico contemporaneo lo spinge inizialmente all’uso della tecnica digitale nell’arte; ma dopo anni di sperimentazione torna all’originaria manualita’, mutamento che nasce da riflessioni sulla natura ed i limiti della tecnica nel processo di creazione.
Nelle sue opere giunge ad una visione dualistica della realta’,dove il momento di sintesi, benche’ sia pensabile, non trova riscontro nel reale.
Lo studio dei meccanismi mitologici e della psicologia archetipica lo porta a forzare le rappresentazioni: attraverso l’eccesso e il paradosso indaga i dispositivi di mistificazione individuali e collettivi.
Con forza eversiva la sua arte muove costantemente guerra a quei dispositivi di controllo, storicamente determinanti, che mortificano i corpi, cosi’ come stravolgono il desiderio e la volonta’ umana.
” 

 

 

About